Chi Siamo

Le Figlie di Maria Ausiliatrice sono:

una famiglia religiosa nata dal cuore di San Giovanni Bosco e dalla fedeltà creativa di Santa Maria Domenica Mazzarello.

Don_Bosco

DON BOSCO

San Giovanni Bosco (1815 – 1888)

Dedicò tutta la sua vita alla formazione dei giovani. Egli ha ispirato l’istituzione scolastica intravedendo nella sua pedagogia un sistema educativo più che mai attuale. La pedagogia di San Giovanni Bosco guarda al giovane nella sua interezza. “Amate le cose che amano i giovani” ripeteva il Santo, sottolineando l’importanza di un sistema educativo capace di offrire loro la possibilità di studiare, di apprendere un mestiere, di giocare e di nutrire il proprio spirito coltivando la fede, sostenendo un ottimismo realista che tiene conto del positivo presente in ogni giovane.

Don Bosco in tutto il suo lavoro tra i giovani fu sostenuto da un’idea sola: “L’educazione può cambiare la storia!”. E a questo scopo ha dedicato la sua esistenza per offrire ai giovani gli strumenti adatti ad affrontare la vita con tutte le sue difficoltà e contraddizioni, per creare un ambiente in cui i valori che si intendevano trasmettere fossero vissuti e comunicati con l’esempio… per educare. Ancora oggi, dopo tanti anni, la pedagogia di Don Bosco nel rapporto con la gioventù rappresenta una vera e propria filosofia di vita. Una vita fatta di valori e di impegno da parte degli educatori ad essere sempre presenti con i ragazzi, ad assistere oltre che a insegnare, ad essere come lui “Maestri in cattedra, fratelli in cortile”.

Il perchè del nome

Don Bosco ha scelto questo nome perché le ha volute come un monumento vivo di grazie alla Madonna.

A Torino, la scelta di fondare una istituzione in favore delle giovani è venuta a Don Bosco dalla sollecitazione di varie persone; dalla costatazione dello stato di abbandono e povertà in cui si trovavano molte ragazze; dal contatto con vari Istituti femminili; dalla profondità della sua devozione mariana; dalla conferma del Papa Pio IX che lo incoraggiò verso questa via; da ripetuti “sogni” e fatti straordinari da lui stesso raccontati.

S_Maria_Mazzarello

S.MARIA DOMENICA MAZZARELLO

Santa Maria Domenica Mazzarello (1837 – 1881)

Contemporaneamente a Mornese, sui colli del Monferrato, la giovane Maria Domenica Mazzarello animava un gruppo di giovani donne, che si dedicavano alle ragazze del paese, con lo scopo di insegnare loro un mestiere, ma soprattutto con l’impegno di orientarle alla vita cristiana.

A distanza, due segnali sulla stessa lunghezza d’onda mandavano un identico messaggio: doveva nascere, anche per le bambine e le giovani, l’ambiente educativo che già c’era a Torino – Valdocco per i ragazzi ad opera di don Bosco.

Maria Domenica Mazzarello fu cofondatrice nel dare vita, forma e sviluppo alla nuova istituzione. Il 5 agosto 1872, a Mornese, il primo gruppo di giovani donne pronunciarono il loro “sì” come la Vergine Maria per essere “aiuto” soprattutto tra le giovani.

Il nostro carisma…

Noi Figlie di Maria Ausiliatrice ci dedichiamo alla formazione umana e cristiana dei giovani, secondo l’espressione di don Bosco: “Formare buoni cristiani e onesti cittadini” e la realizziamo con diversi tipi di interventi: scuole, centri di formazione professionale, oratori-centri giovanili, pensionati universitari, casa famiglia, centri di Spiritualità, associazioni culturali, sportive, di volontariato e di animazione missionaria, progetti di rete sul territorio per intervenire su situazioni di povertà o disagio giovanile, collaboriamo con la pastorale parrocchiale negli oratori e nella catechesi.

La nostra è una grande Famiglia a cui appartengono religiosi e laici, giovani e adulti che si riconoscono nel carisma di don Bosco e Madre Mazzarello.